Urlare in silenzio

paura-1#Midirasnur .. dire basta alla violenza, dire basta agli abusi.. e poi ti ritrovi davanti ad una pagina bianca per iniziare a raccontare, per iniziare ad urlare.
In realtà per me è stato tutto un percorso in salita. Nel corso della mia vita mi sono data poche possibilità di farlo perchè conosco perfettamente cosa significa sopravvivere, ed io dovevo pensare a farlo, ogni giorno, ogni attimo, ogni secondo.
Poi un giorno si ha la grandissima fortuna di ascoltarsi, e di fermarsi e tutto esce fuori violentemente.

Per oltre 6 anni ho bloccato tutto, medicine, droghe, non volevo ricordare, ma come si fa a non farlo, non è possibile.
Ogni notte, ogni minuto, ogni secondo è una continua lotta con se stessi,con la propria mente perchè senti le mani di chi ha abusato di te, senti ancora il loro odore, il cuore ti sobbalza in gola ed inizi a tremare senza darlo a vedere a chi ti sta intorno, incubi, e spesso si ha voglia di morire.
Le persone intorno a te quando sanno cosa ti è successo ti guardano impietositi e a te scoppia la testa perchè loro non comprendono quanto ti senti sporca e quanto ti addossi le colpe di ogni cosa accaduta, comincia una vita sempre più difficile perchè ci si sente più soli e quasi ci sembra la cosa più giusta.
Ci si costruisce un mondo alternativo, dove poter ogni tanto avere il lusso di urlare e buttare fuori ciò ci stiamo portando dentro, alcune di noi non vogliono l’aiuto di nessuno e si ritrovano uomini o donne come compagni che provano a farci respirare, ma se tutto ciò non parte da noi non riusciremo mai a tornare a camminare.
Io odiavo tutti, ero un leone in gabbia, cercavo l’amore, ma contemporaneamente pensavo di non meritarmelo, ho perso la verginità da donna violentata e per i dogmi costruiti dalla società mi sentivo una ragazzina finita, mi è stato rubato invece qualcosa di più prezioso.. l’innocenza..
Un giorno qualcuno mi strinse le mani e mi disse che avrei potuto farcela ed io comincio da qui.. inizio da #Midirasnur , inizio a raccontare e ad aprirmi, ci metto la mia faccia ed a 34 anni lotto per me stessa e per aiutare donne come me, a volte soffrendo ancora per cose futili ed allora come oggi mi fermo e mi dico di ricordare ciò che ho passato e di scriverlo.. di parlare.. e di essere orgogliosa di me e del mio coraggio..
e potete farlo anche voi..

scrivete a midirasnur@gmail.com

#midirasnur

#provoabrillare

..stella..

Condividi:
error

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Scroll to top