Il fascino dei manipolatori

download (1)

“Sei bella.. Non ho mai incontrato una donna come te..solo tu mi rendi felice.. sei l’unica per me..”

” Stai ingrassando.. quel vestito non ti sta bene.. guarda quella è meglio di te.. mangia di meno..”

I momenti più difficili per noi donne sono anche il momento giusto per il manipolatore di turno per renderti succube.

Ricordo che dovevo essere forte per molti in quel periodo, si contava su di me, ma nessuno mi chiedeva quanto stessi soffrendo. Poi arrivò lui, diceva che si sentiva solo, aveva bisogno delle mie attenzioni.. diceva che solo io potevo comprenderlo, che ero la sua luce.Qualcosa dentro di me mi diceva che stessi sbagliando, ma sciogliersi è stato più semplice. Nascondersi era diventato qualcosa di naturale, osservarlo mentre era circondato da un sacco di donne un po’ meno, ma ogni giustificazione era normale,lui tanto voleva solo me. Per un mese mi sono sentita una principessa, mi sentivo una donna fortunata, qualcuna a cui era toccato un sogno di uomo.

No, io non avevo ancora imparato ad amarmi.

La discesa arrivò presto, all’improvviso non ero più bella,tutto d’un tratto il mio corpo era inadeguato per lui, ero grassa, sarei stata perfetta con qualche kilo in meno.

Così s’inizia , mangi di meno, nella tua testa solo un pensiero ” Devo essere bella per lui “

Mia cara principessa tu non devi essere bella per nessuno, ma solo per te stessa.

Prima il mio modo di vivere la moda andava benissimo, diceva che io ero alternativa, che ero diversa, che il mio amare il gotico per lui era sensuale..

Poi tutto svanì.

I miei vestiti tutto d’un tratto non andavano più bene. ” Perchè non ti rimetti le scarpe con il tacco a spillo o le minigonne “

E li ti fermi e ti chiedi se ha smesso di ricordarsi che io quel periodo di me l’ho odiato, prima mi capiva ed ora.. cos’è cambiato ?

Per soli tre mesi mi sono annullata e mi sono sembrati un’eternità, scoprii molte cose e riuscii a togliere quella maschera perfetta che indossava, lo affrontai e nell’accompagnarmi a casa mi fece scivolare fuori dalla sua auto.

Mi sono rialzata, altri cerotti nel cuore.

#nonseisola

Condividi:
error

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Scroll to top